Piscine-truffa

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn

Ieri mattina a Capoterra, i carabinieri della locale stazione, al termine di un’attività investigativa scaturita dalla querela formalizzata il 4 agosto scorso da una 45enne del luogo, operaia, incensurata, hanno deferito in stato di libertà alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Cagliari, per truffa aggravata e riciclaggio, un catanese residente in provincia di Caserta, disoccupato, con precedenti denunce a carico. Nel corso dell’attività investigativa è emerso che nello scorso mese di agosto, nell’arco di 13 giorni con un articolato e metodico modus operandi, dopo aver creato una pagina web attualmente non raggiungibile sulla quale erano postate in vendita varie tipologie di piscine “fuori terra” di rinomate marche, proposte a prezzi molto concorrenziali, l’uomo aveva conseguito un indebito guadagno di ben 13.887 euro, raggranellati tramite pagamenti su conto corrente bancario a lui intestato. Egli si era limitato a raccogliere una serie di caparre senza poi arrivare in fondo alla trattativa con la consegna del manufatto e il pagamento per saldo. Dall’esame dei movimenti sul citato conto corrente, i carabinieri hanno potuto ricostruire i versamenti di ben 24 vittime di analogo raggiro. Le vittime raggiunte tramite i competenti comandi Arma, hanno avuto conferma di essere stati truffati e hanno proposto denuncia/querela, finalizzata alla punizione dell’uomo per i reati in oggetto. Sarà ben improbabile che qualcuno di loro riesca a recuperare qualcosa in termini economici ma è verosimile si possa quantomeno arrivare alla condanna del truffatore.

Articoli Simili

Assicurazione falsa

Ieri a Guspini, a conclusione di un’attività d’indagine intrapresa a seguito della denuncia querela presentata da una 49enne casalinga del luogo, figlia

Truffata a Villacidro

Ieri a Villacidro a conclusione di un’attività d’indagine scaturita a seguito di una denuncia querela formalizzata nel mese di aprile scorso da

Arrestato falsario a Selargius

Ieri a Selargius i carabinieri della locale Stazione, nell’ambito di un mirato servizio, hanno rintracciato e proceduto all’arresto di un quarantasettenne originario

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.